Ti vaccini o ti licenzio!

Ti vaccini o ti licenzio!
Il giuslavorista Ichino non ha dubbi nel ritenere che il datore di lavoro, avendo l’obbligo di garantire la sicurezza sul luogo di lavoro, dovrebbe licenziare i propri dipendenti che si rifiutano di vaccinarsi.
Vedi l’articolo su “Il Corriere”: 👉 http://bit.ly/2WUdUYw

Oltre ai cosiddetti negazionisti e complottisti, potrebbero però farsi delle domande anche coloro che firmino il modello di consenso informato alla vaccinazione dopo averlo effettivamente letto.
Leggendolo si scoprirebbe che vi è scritto quanto segue:

“Ho letto, mi è stata illustrata in una lingua nota ed ho del tutto compreso la Nota Informativa in Allegato 1”, la quale prevede, fra l’altro:
… 7. Il vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19 contiene un RNA messaggero che non può propagare se stesso nelle cellule dell’ospite, ma induce la sintesi di antigeni del virus SARS-CoV-2 (che esso stesso codifica). Gli antigeni S del virus stimolano la risposta anticorpale del vaccinato con produzione di anticorpi neutralizzanti. L’RNA messaggero è racchiuso in liposomi formati da ALC-0315 e ALC- 0159 per facilitare l’ingresso nelle cellule
… 10. Non è possibile al momento prevedere danni a lunga distanza.”

Eccoci ad un simpatico paradosso: virologi, infettivologi e quanti altri ci ricordano costantemente che tutti gli italiani possono essere allenatori di calcio ma non esperti di virus ed epidemie. E quindi devono fidarsi di ciò che viene loro detto. Poi però occorre dichiarare nel modulo di aver ben compreso il funzionamento di questo RNA e altri meccanismi di cui temo che il mio medico curante non sappia assolutamente niente.

Il risultato è questo:
– già adesso (secondo Ichino – ma la fonte, come noto, è assai autorevole) il lavoratore dipendente potrebbe essere licenziato se rifiuta il vaccino (e fra l’altro il datore di lavoro dovrebbe essere obbligato a licenziarlo)
– per ottenere la somministrazione della vaccinazione occorre firmare il modello di consenso informato
– il modello contiene (i) la dichiarazione di aver “del tutto compreso” il funzionamento del vaccino (ma non dovevamo fidarci degli esperti? adesso siamo in grado di capire?) (ii) l’informazione che al momento non è possibile prevedere danni a lunga distanza (ma non erano sicuri questi vaccini?)

Quindi: sei indirettamente obbligato a vaccinarti (per non perdere il posto di lavoro) e quindi a dichiarare di capire il funzionamento del vaccino, anche se da ogni parte vi è un richiamo a fidarsi degli esperti perché tanto non è possibile capire, anche se – tranquilli – i vaccini sono sicuri come tutti gli alti vaccini anche se devi firmare che non è possibile stimare gli effetti a lunga distanza.

Tutto bene?
Certo, se ogni persona che formula un ragionamento critico viene additato come complottisti e negazionista, andrà sempre tutto bene.

Mi piace ricordare una frase di T.H. Huxley, è un buon metro per misurare l’effettiva scientificità di una cultura: «La storia ci insegna che le nuove verità hanno il frequente destino di cominciare come eresie e di finire come superstizioni; e oggi è facile prevedere che, di qui a venti anni, i ragazzi della nuova generazione, cresciuti nel clima attuale, correranno il pericolo di accettare le teorie dell’Origine delle specie con tanto poca riflessione, e fors’anche tanto poco fondamento, quanto gli uomini della vecchia che la rifiutavano vent’anni fa. Preghiamo ardentemente perché non sia così, perché la mentalità scientifica è più importante dei suoi prodotti, e verità professate in modo irrazionale possono essere più nocive degli errori razionali. L’essenza della mentalità scientifica è la critica.»
Ma Huxley si sa, era un darwinista e complottoide…

✏️ Dal taccuino di Mister Lex del 29 dicembre 2020.

0 responses on "Ti vaccini o ti licenzio!"

Leave a Message

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Chi è Mister Lex

Misterlex è il partner di informazione, formazione e metodologia dell’Avvocato innovativo.

top

Setup Menus in Admin Panel

X