Sentenze di merito, operativa la banca dati pubblica

Articolo del 15/12/2023

Condividi su FacebookCondividi su LinkedinCondividi su Twitter

Nell'ambito del sistema giustiziario italiano, un passo significativo verso la digitalizzazione è stato compiuto con la messa in funzione della banca dati di merito pubblica. Questa piattaforma rappresenta un avanzamento cruciale nel percorso di transizione digitale del sistema Giustizia a ha l'obiettivo di rendere più trasparente e accessibile l'informazione giuridica per il pubblico.

La banca dati ora operativa include circa 3,5 milioni di provvedimenti civili emessi dai Tribunali e dalle Corti d'Appello, rendendoli disponibili per consultazione telematica. Questo vasto archivio comprende sentenze, ordinanze e decreti pubblicati nell'arco degli ultimi otto anni, a partire dal 1° gennaio 2016.

Sono esclusi dal database i provvedimenti in materia di rapporti di famiglia, minori e stato della persona, per salvaguardare la privacy e la delicatezza di tali argomenti.

L’accesso alla banca dati]avviene tramite il portale dei servizi telematici (Pst) del Ministero mediante autenticazione con i sistemi Spid, Cie e Cns al seguente indirizzo:

Uno dei vantaggi principali di questa banca dati è la possibilità di accedere agli abstract di alcune sentenze, offrendo una visione sintetica ma informativa dei contenuti.

Inoltre, è in fase di valutazione l'integrazione dei provvedimenti decisori civili emanati dai Giudici di pace, ampliando ulteriormente la portata e l'utilità di questo strumento.

La realizzazione della banca dati è il risultato di un progetto condotto dalla Direzione generale sistemi informativi automatizzati (Dgsia) del Dipartimento per la transizione digitale della giustizia, con il supporto analitico e strategico della Direzione per le politiche di coesione del Ministero della Giustizia (Ddsc). Il finanziamento per questo progetto proviene dal Pon governance 2014-2020 (React Eu), dimostrando un impegno concreto nella modernizzazione e nell'efficienza della giustizia italiana.

Per noi avvocati e per tutti coloro che operano nel settore giuridico, l'accesso a una tale risorsa può costituire uno strumento utile per la professione.

¬©2022 misterlex.it - [email protected] - Privacy - P.I. 02029690472