Decreto salva indotto in Gazzetta: le misure per le Pmi in crisi

Articolo del 05/02/2024

Condividi su FacebookCondividi su LinkedinCondividi su Twitter

Pubblicato in Gazzetta il Decreto legge 2 febbraio 2024 n. 9 che introduce disposizioni urgenti a tutela dell'indotto delle grandi imprese in difficoltà economiche (c.d. Decreto salva indotto).

Il provvedimento tutela le piccole e medie imprese che forniscono beni e servizi a compagnie di rilevanza strategica in amministrazione straordinaria, tra cui il noto caso dell'ex Ilva.

Esaminiamo le principali misure.

Accesso al fondo di garanzia Pmi

La prima misura riguarda l'accesso facilitato al Fondo di garanzia per le Pmi. Le imprese che hanno prodotto almeno il 70% del loro fatturato con un'impresa in amministrazione straordinaria possono ora accedere a questo fondo. Questo permette di ottenere garanzie finanziarie per l'80% dell'importo in caso di garanzia diretta, e per il 90% in caso di riassicurazione.

Contributo a fondo perduto

Le Pmi in difficoltà hanno anche la possibilità di richiedere un contributo a fondo perduto. Questo contributo serve a ridurre il tasso di interesse sui prestiti, in linea con le norme europee sugli aiuti di "de minimis". Il contributo coprirà la differenza tra gli interessi calcolati al tasso contrattuale e quelli calcolati al 50% del tasso contrattuale.

Prededucibilità dei crediti

Un'altra misura introdotta riguarda la prededucibilità dei crediti. I crediti vantati dalle imprese nei confronti di imprese in amministrazione straordinaria per prestazioni di beni e servizi sono ora prededucibili. Questo significa che tali crediti hanno una priorità nel processo di amministrazione straordinaria.

Misure in materia di cassa integrazione

Infine, il decreto prevede misure specifiche per i lavoratori delle imprese coinvolte. Ai lavoratori impiegati da datori di lavoro che riducono l'attività a causa di una riduzione dell'attività dell'impresa committente, sarà riconosciuta un'integrazione al reddito per il 2024. Questo sostegno è legato a una situazione di monocommittenza o influenza gestionale predominante dell'impresa committente. Viene anche promossa la rotazione dei lavoratori per garantire la continuità aziendale e la sicurezza sul lavoro.


Provvedimenti correlati:

¬©2022 misterlex.it - [email protected] - Privacy - P.I. 02029690472