L'avvocato del popolo

Articolo del 29/10/2023

Condividi su FacebookCondividi su LinkedinCondividi su Twitter

Se vogliamo che la legge venga rispettata,

per prima cosa dobbiamo fare leggi rispettabili.

Queste parole sono state pronunciate da Louis Brandeis, un giurista americano di grande statura, che ha lasciato un segno indelebile nella storia del diritto. Brandeis non fu solo un avvocato, ma un vero paladino dei diritti civili, tanto da meritarsi l'appellativo di "avvocato del popolo" grazie alle sue incessanti battaglie a favore delle libertà individuali.

La sua passione per la giustizia e il suo impegno nel campo del diritto lo portarono a promuovere avanzamenti significativi in vari settori giuridici. Brandeis fu particolarmente attivo nella tutela delle libertà civili, concentrandosi in particolar modo sulla libertà di parola e sulla protezione della privacy, argomenti che oggi sono più attuali che mai.

Nel 1916, riconoscendo la sua dedizione e la sua competenza, il Presidente Wilson lo nominò giudice della Corte Suprema degli Stati Uniti. Questa nomina segnò una pietra miliare, poiché Brandeis divenne il primo giudice di origine ebraica a sedere nella prestigiosa Corte Suprema, dimostrando che le barriere possono essere superate con talento, dedizione e integrità.
 

E il suo impatto non si limitò al mondo giuridico. Andy Warhol, l'iconico artista e padre della "pop art", decise di rendere omaggio al giudice con un dipinto vibrante e evocativo, inserendolo nella sua serie "Dieci ritratti di ebrei del XX secolo". Questa opera è oggi esposta al Jewish Museum di New York.

¬©2022 misterlex.it - [email protected] - Privacy - P.I. 02029690472