Prescrizione sostanziale, ok della Commissione giustizia alla riforma

Articolo del 02/11/2023

Condividi su FacebookCondividi su LinkedinCondividi su Twitter

La Commissione Giustizia della Camera, nella riunione del 30 ottobre 2023, ha concluso l'esame degli emendamenti alla proposta di legge riguardante la prescrizione.

La riforma sostenuta dal ministro della giustizia Nordio prevede il ritorno alla prescrizione sostanziale, che si riferisce al reato e non al processo, superando le disposizioni previste dalla riforma Cartabia.

Il cuore di questa riforma sta nella sospensione della prescrizione per 24 mesi a seguito della sentenza di condanna in primo grado, e per 12 mesi dopo la conferma della condanna in appello. Questo significa che se la sentenza di impugnazione non viene rilasciata entro questi termini, la prescrizione riprende il suo corso, conteggiando anche il periodo di sospensione precedente.

In caso di successivo proscioglimento o di annullamento della sentenza di condanna in Appello o in Cassazione, il periodo durante il quale il processo è stato sospeso si calcola ai fini della prescrizione.

Il sottosegretario Andrea Delmastro ha messo in luce l'importanza di questa riforma, affermando che con la prescrizione sostanziale, non ci saranno "mai più cittadini indagati e imputati a vita secondo la sgrammaticata parentesi bonafediana e contro ogni principio garantista".

Il testo è atteso in Aula per la discussione generale il prossimo 6 novembre.

¬©2022 misterlex.it - [email protected] - Privacy - P.I. 02029690472