Civile

Riforma del processo civile, i decreti legislativi pubblicati in Gazzetta

Articolo del 18/10/2022

Condividi su FacebookCondividi su LinkedinCondividi su Twitter

Pubblicati nella Gazzetta del 17 ottobre 2022 i due decreti legislativi di attuazione della legge delega di riforma del processo civile prevista dalla legge 26 novembre 2021, n. 206 (VEDI IN CALCE I TESTI CORREDATI CON LE NOTE).

L’obiettivo principale della riforma è quello di ridurre i tempi dei giudizi e rientra negli impegni per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR).

Come sappiamo, alcune norme sono già operative a partire dal 22 giugno 2022, mentre altre trovano attuazione in questi due provvedimenti.

Il primo decreto legislativo (Decreto Legislativo 10/10/2022 n. 149) ha per oggetto l’efficienza del processo civile, la revisione della disciplina degli strumenti di risoluzione alternativa delle controversie, misure sui procedimenti in materia di diritti delle persone e delle famiglie e in materia di esecuzione forzata.

Tra le novità si segnalano:

  • potenziamento della mediazione anche con incentivi fiscali; 
  • estensione della negoziazione assistita tramite avvocati anche alle controversie di lavoro;
  • potenziamento dell’arbitrato;
  • semplificazione del procedimento civile: la causa deve giungere alla prima udienza già definita nelle domande, eccezioni e prove; 
  • semplificazione della fase decisoria;
  • stabilizzazione delle innovazioni telematiche introdotte durante l’emergenza COVID-19;
  • aumento della competenza del giudice di pace;
  • riduzione dei casi in cui il tribunale opera in composizione collegiale;
  • introduzione dell’istituto del rinvio pregiudiziale in Cassazione, consistente nella possibilità per il giudice di merito, quando deve decidere una questione di diritto nuova, di difficile interpretazione e suscettibile di reiterazione, sulla quale ha preventivamente provocato il contraddittorio tra le parti, di sottoporre direttamente la questione alla Corte di cassazione per la risoluzione del quesito posto;
  • procedimento unitario in materia di persone, minorenni e famiglie (con alcune specifiche eccezioni), introducendo più tutele processuali a difesa di minori e donne vittime di violenza
  • introduzione del Tribunale per le persone, per i minorenni e per le famiglie, al fine di evitare la moltiplicazione delle controversie.

Il secondo decreto legislativo (Decreto Legislativo 10/10/2022 n. 151) reca norme sull’ufficio per il processo.

Il provvedimento prevede una puntuale regolamentazione dell’Ufficio per il processo, l’istituto che va a sostegno degli uffici giurisdizionali sia penali che civili.

L’ufficio del processo viene esteso alla Corte di cassazione e alla Procura generale presso la Corte di cassazione nonché agli uffici di merito del settore penale.

Il potenziamento dell’Ufficio contribuirà ad abbattere il carico e l’arretrato giudiziario, in linea con gli obiettivi del PNRR.

Le reazioni dell'avvocatura. Secondo la Presidente del Cnf Maria Masi gli esiti e i contenuti dei decreti legislativi di attuazione della riforma del processo civile "sono addirittura peggiorativi rispetto agli esiti, non pienamente soddisfacenti della commissione di studio e dei gruppi di lavoro".
In particolare il Cnf rileva che:

  • sono stati ignorati i contributi che l'avvocatura ha dato, avendo ben chiare le premesse e le finalità individuate dal Pnrr, ossia, su tutto, "la contrazione dei tempi medi dei processi, che non potranno essere conseguite perché i correttivi apportati sulle singole norme non solo non sono adeguati, ma rischiano di dilatare ulteriormente la durata dei processi, con un inutile sacrificio delle garanzie di difesa e del contraddittorio";
  • il governo ha insistito sul regime delle preclusioni ampliando così "gli oneri a carico dei difensori e quindi delle parti, trascurando (violando) i princìpi costituzionali del diritto di difesa e l’accesso alla giustizia".

I TESTI CORREDATI CON LE NOTE:

  • DECRETO LEGISLATIVO 10 ottobre 2022, n. 149
    Attuazione della legge 26 novembre 2021, n. 206, recante delega al Governo per l'efficienza del processo civile e per la revisione della disciplina degli strumenti di risoluzione alternativa delle controversie e misure urgenti di razionalizzazione dei procedimenti in materia di diritti delle persone e delle famiglie nonche' in materia di esecuzione forzata. (22G00158)
    (Gazzetta Ufficiale n. 243 del 17/10/2022)
  • DECRETO LEGISLATIVO 10 ottobre 2022, n. 151
    Norme sull'ufficio per il processo in attuazione della legge 26 novembre 2021, n. 206, e della legge 27 settembre 2021, n. 134. (22G00160) 
    (Gazzetta Ufficiale n. 243 del 17/10/2022)

¬©2022 misterlex.it - [email protected] - Privacy - P.I. 02029690472