Test psicoattitudinali per gli aspiranti magistrati, il decreto in Gazzetta

Articolo del 08/04/2024

Condividi su FacebookCondividi su LinkedinCondividi su Twitter

Pubblicato in Gazzetta il decreto legislativo 28 marzo 2024, n. 44, in attuazione della delega sulla Riforma dell’Ordinamento giudiziario (Legge n. 71 del 2022) che introduce i test psicoattitudinali per i candidati in ingresso nei ruoli della magistratura.

Il test psicoattitudinale si colloca nel percorso di selezione dopo le prove scritte e da svolgere insieme agli orali. La sua conduzione è affidata a un professionista scelto tra i docenti universitari esperti in materie psicologiche. La valutazione finale rimane prerogativa della commissione che decide le prove scritte e orali.

Sono esclusi test periodici di valutazione dell'attitudine psichica dei magistrati in servizio.

Le reazioni all'introduzione di questo test non sono mancate, sollevando alcune polemiche.

In risposta, il ministro della giustizia Nordio ha precisato che la gestione della procedura è affidata al Consiglio Superiore della Magistratura, assicurando così l'assenza di interferenze governative nel processo.

Il ministro rileva che test simili si svolgono in altre professioni critiche a livello nazionale, come medici, piloti di aereo e forze dell'ordine, inclusa la polizia giudiziaria. Tale valutazione è inoltre presente in altri paesi europei quali Germania, Belgio, Portogallo e Olanda.

Il decreto introduce altersì una maggiore flessibilità nella valutazione della professionalità dei magistrati, permettendo al consiglio giudiziario e al Consiglio Superiore di esaminare, oltre ai provvedimenti a campione, anche documentazioni più specifiche o intere categorie di provvedimenti.

Infine, si consente l’ammissione al concorso anche dei candidati che siano stati dichiarati per quattro volte non idonei.


Provvedimenti correlati:

  • DECRETO LEGISLATIVO 28 marzo 2024, n. 44
    Attuazione della legge 17 giugno 2022, n. 71, recante deleghe al Governo per la riforma dell'ordinamento giudiziario e per l'adeguamento dell'ordinamento giudiziario militare, nonche' disposizioni in materia ordinamentale, organizzativa e disciplinare, di eleggibilita' e ricollocamento in ruolo dei magistrati e di costituzione e funzionamento del Consiglio superiore della magistratura (G.U. Serie Generale n.81 del 06-04-2024)

  • Consiglio dei Ministri n.75 del 26/03/2024

¬©2022 misterlex.it - [email protected] - Privacy - P.I. 02029690472