La prescrizione e il giudizio universale, la patente perduta e il professionista in famiglia

Il Settimanale di Mister Lex n.44 del 03/11/2023

Condividi su FacebookCondividi su LinkedinCondividi su Twitter

Scopriamo insieme le principali novità giuridiche della newsletter settimanale di Mister Lex n. 44 dell’anno 2023:

Prescrizione sostanziale. Ok della Commissione giustizia alla proposta di legge che supera la riforma Cartabia e Bonafede.

Professionista in famiglia. Con il Dm n. 151 del 27 ottobre 2023 il Ministero delle imprese e del Made in Italy regolamenta la disciplina professionale del mediatore familiare. Il giudice Giuseppe Buffone ci illustra le novità attraverso una tabella.

Bye bye patente. La Corte costituzionale (sent. n. 194) ha stabilito che la revoca della patente di guida ex art. 186, comma 2-bis, del codice della strada (incidente causato dalla guida in stato di ebbrezza con un tasso alcolemico elevato) appare una sanzione congrua rispetto alla gravità dell’illecito sanzionato.

Fuga dal sinistro. Per la Consulta (sent. 195) la pena di tre anni di reclusione prevista per il conducente che, dopo aver causato lesioni gravi, decide di darsi alla fuga, è ragionevolmente proporzionata.

Tra moglie e marito. La Cassazione (n. 28308) ha ribadito che nel caso di matrimonio concordatario, se la convivenza è durata oltre 3 anni, non è possibile la delibazione della sentenza di nullità rilasciata dal tribunale ecclesiastico.

Come far rispettare una legge? Ce lo spiega l'avvocato del popolo.

Nasce prima il diritto o il dovere?  Un dilemma a cui risponde quell'allegrone di Chateaubriand.

Giudizio Universale. Nel dipinto di van der Weyden, l'Arcangelo Michele, con la bilancia della giustizia in mano, delinea il destino eterno delle anime nel giorno del giudizio.

Le altre news della settimana:

  • Vestiti fake. La Corte di giustizia (causa C-655/21) ha stabilito che la previsione di una pena minima di 5 anni di reclusione in caso di contraffazione di un marchio è sproporzionata.
  • Gioco d'azzardo. La Cassazione (n. 42877) si è chiesta se ai fini dell'applicazione della continuazione tra reati rileva la condizione di ludopatia.
  • Privacy e sanità. Per la Corte di giustizia (causa C-307/22) il paziente ha il diritto di ottenere una prima copia gratuita della sua cartella medica.
  • Voli e disagi. La Corte di Giustizia (causa C-238/22) ha stabilito che, in caso di negato imbarco aereo comunicato anticipatamente, la compensazione pecuniaria è dovuta anche se il passeggero coinvolto non si è presentato all'accettazione.
  • Processi tradotti. La Cassazione ha stabilito che l'ordinanza di custodia cautelare personale emessa nei confronti di un imputato o indagato straniero che non conosce la lingua italiana è nulla se non viene tradotta.

Per questa settimana è tutto,

Salvis Juribus
Mister Lex

P.S. Contribuisci a diffondere questa newsletter invitando i tuoi colleghi a iscriversi su www.misterlex.it/register

¬©2022 misterlex.it - [email protected] - Privacy - P.I. 02029690472