Pubblicato il

Gli affetti dietro le sbarre, le microspie e lo sciopero dei penalisti

Il Settimanale di Mister Lex n.5 del 02/02/2024

Condividi su FacebookCondividi su LinkedinCondividi su Twitter

Scopriamo insieme le principali novità giuridiche della newsletter settimanale di Mister Lex n. 5 dell’anno 2024:

Carcere e sessualità. La Corte costituzionale (sent. n. 10) chiude le tendine delle celle: i detenuti potranno avere colloqui "intimi" senza controllo visivo, se non ci sono rischi per la sicurezza. 

Violenza negli stadi. La Cassazione (n. 3117) ha precisato che il nuovo reato di lesioni a pubblico ufficiale in manifestazioni sportive ex art. 583-quater, comma primo, cod. pen. integra una fattispecie autonoma di reato non una circostanza aggravante.

Matrimonio e infermità di mente. La Cassazione (ord. n. 1770) ha precisato le condizioni e limiti all'impugnazione del matrimonio delle persona dichiarata interdetta.

Assolto lo spione. La Cassazione (n. 3446) ha precisato che installare una microspia all'interno dell'automobile della ex non configura il reato di interferenze illecite nella vita privata ex art. 615-bis cod. pen.

Caso ChatGPT. Il Garante ha notificato a OpenAI un atto di contestazione per  alcune violazioni del dal Regolamento UE sulla privacy. La società americana ha 30 giorni per presentare le proprie memorie difensive.

Penalisti in sciopero. Le Camere penali hanno proclamato un'astensione dalle udienze il 7, 8 e 9 febbraio 2024 denunciando l'attuale "populismo giustizialista" e il "sistema carcerocentrico".

Care foto. Il ministero della Giustizia ha chiarito che l'avvocato deve pagare i diritti di copia anche se fotografa i documenti del fascicoli processuale con il proprio smartphone.

Rifugiati e burocrazia. La Corte di giustizia (C-560/20) ha stabilito che un rifugiato minore non accompagnato riconosciuto ha diritto al ricongiungimento familiare con i genitori anche se è diventato maggiorenne nel corso della procedura.

Giornata della memoria. La testimonianza di Karel Stojka, sopravvissuto ad Auschwitz, ci ricorda l'importanza di quei diritti umani che ritroviamo oggi nelle carte costituzionali ma che, spesso, diamo per scontato.

Le altre news della settimana:

  • Election Day. Pubblicato in Gazzetta il decreto-legge n. 7  recante disposizioni urgenti per le prossime elezioni Europee e Amministrative e in materia di revisione delle anagrafi. Si vota 8 e 9 giugno.
  • Magistrati onorari. Il Consiglio dei Ministri ha approvato un disegno di legge che introduce modifiche alla disciplina della magistratura onoraria del contingente ad esaurimento.
  • Caso Ilaria Salis. Il ministro Nordio si sta attivando, attraverso i canali diplomatici, facendo tutto il possibile per attenuare le condizioni rigorose in cui è detenuta in Ungheria la 39enne milanese. L'imputata è entrata ne tribunale tenuta per una catena e sorvegliata da due agenti in passamontagna.
  • Divieti vs. Diritti. La Cassazione (sent. n. 2318) precisa che l'esser sottoposto al divieto di avvicinamento alla persona offesa non può impedire all'imputato di partecipare all’udienza del processo a suo carico.
  • Lavoro a metà. La Cassazione ribadisce: l'avvocato che redige un contratto ha diritto al compenso anche quando questo non viene poi formalmente stipulato (ord. n. 693).
  • Uno per tutti. Per la Cassazione il legittimo impedimento di uno dei due difensori non è sufficiente per ottenere il rinvio dell'udienza (sent.  n. 1988).
  • Incidente di Casal Palocco. Lo youtuber imputato di omicidio stradale patteggia 4 anni e 4 mesi: non andrà in carcere. Al giovane sono sono state riconosciute le attenuanti generiche. Il ministro Salvini chiede di inasprire le pene.

Per questa settimana è tutto,

Salvis Juribus
Mister Lex

P.S. Contribuisci a diffondere questa newsletter invitando i tuoi colleghi a iscriversi su www.misterlex.it/register

¬©2022 misterlex.it - [email protected] - Privacy - P.I. 02029690472